Ulcera corneale – Cause e trattamenti

0

L’ulcera corneale è una lesione della superficie corneale dovuta ad un processo infettivo. Appare come un cratere con perdita del tessuto corneale.

E’ una vera e propria emergenza medica che richiede un intervento tempestivo.

 

Cause dell’ulcera corneale

La maggior parte dei casi di ulcera corneale sono dovuti ad un’infezione batterica che invade la cornea, spesso a seguito di lesioni oculari, traumi o altri danni.

I portatori di lenti a contatto sono particolarmente sensibili all’ irritazione oculare che può portare ad un’ulcera corneale. Una lente a contatto può sfregarsi contro la superficie dell’occhio, creando lievi danni all’epitelio che possono consentire ai batteri di penetrare nell’occhio.

Se si portano le lenti a contatto, è possibile aumentare le possibilità di evitare un’ulcera corneale praticando una buona igiene, come lavarsi le mani prima di maneggiare le lenti e seguire altri consigli per la sicurezza.

Oltre all’infezione batterica, altre cause di ulcere corneali sono funghi e parassiti, come ad esempio:

  • Fusarium. Questi funghi sono stati associati a focolai di cheratite fungina tra i portatori di lenti a contatto che hanno utilizzato un certo tipo di soluzione di lenti a contatto. Ora ritirata dal mercato, questa soluzione di lenti a contatto non è riuscita in precedenza a prevenire questo tipo di infezione.
  • Acanthamoeba. Questi parassiti comuni possono entrare nell’occhio e causare la cheratite di Acanthamoeba, un’infezione molto seria dell’occhio che può provocare la cicatrizzazione permanente della cornea e la perdita della visione. I microrganismi di Acanthamoeba si trovano comunemente nell’acqua di rubinetto, piscine, vasche calde ed altre fonti di acqua.

Un’altra causa di ulcera corneale è l’infezione da herpes simplex virus (herpes oculare), che può danneggiare gli strati esterni e talvolta anche più profondi della superficie dell’occhio.

Altre cause delle ulcere corneali sono la grave secchezza degli occhi e le allergie oculari.

infezione generale diffusa.

Anche i disturbi del sistema immunitario e le malattie infiammatorie come la sclerosi multipla e la psoriasi possono causare ulcere corneali.

 

Valutazione e trattamento delle ulcere corneali

Se si sospetta di avere un’ulcera corneale, la prima cosa da fare è una visita approfondita dal proprio medico oculista. Le ulcere corneali non trattate, infatti, possono portare ad una grave perdita della vista e persino alla perdita dell’occhio.

Se il medico sospetta che i batteri siano la causa dell’ulcera corneale, di solito il trattamento include l’applicazione frequente di antibiotici topici, con o senza colture iniziali.

La posizione e le dimensioni dell’ulcera guideranno l’ oculista nel determinare la necessità di colture.

Se l’ulcera si trova nella parte centrale della cornea, di solito la terapia risulta essere più lunga, e la visione può essere ridotta in modo permanente a causa di cicatrici. Purtroppo  danni permanenti e perdita della vista possono verificarsi anche se la condizione è identificata e trattata precocemente.

Se si ha avuto un trauma all’occhio, il medico oculista può sospettare un’ ulcera da cheratite fungina, specialmente se l’occhio è entrato in contatto con materia organica come quella di un ramo di un albero.

Nella maggior parte dei casi di ulcera corneale, però, l’occhio è già compromesso da condizioni preesistenti, come un disturbo immunitario.

Il medico oculista può diagnosticare una cheratite fungina solo con una valutazione microscopica di campioni o colture.

In questi casi l’ulcera viene curata con antimicotici somministrati o topicamente sull’occhio o oralmente a seconda della severità dell’ulcera.

Anche se individuati precocemente e gestiti correttamente, alcuni casi di ulcere corneali richiedono un trapianto di cornea (cheratoplastica penetrante).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here