“Farsi un occhio nero” quanto è preoccupante?

0
Occhio Nero

Un occhio nero si verifica quando i liquidi si raccolgono nei tessuti che circondano l’occhio dopo una lesione vicino all’occhio.

Tecnicamente parlando, un occhio nero è un livido o una decolorazione causata dalla rottura dei vasi sanguigni sotto la superficie della pelle e come altri lividi, un occhio nero è tipicamente accompagnato da gonfiore.

Le cause sono varie, quella più comune è un trauma da corpo contundente, una lesione non penetrante causata dall’impatto con un oggetto ma ce ne possono essere anche altre.

Cos’è un occhio nero?

Il termine clinico è ematoma periorbitale e si tratta di un insieme di sangue (ematoma) che si trova nei tessuti circostanti, non all’interno dell’occhio (periorbitale).

Qualsiasi trauma da corpo contundente all’orbita o alle aree circostanti può danneggiare i piccoli vasi sanguigni sotto la pelle e causarne la fuoriuscita, portando allo sviluppo di un occhio nero.

Poiché la pelle del viso intorno all’orbita oculare è relativamente sottile e trasparente, anche un leggero accumulo di sangue può portare ad un cambiamento di colorazione molto evidente. Inoltre, poiché il tessuto di quest’area è relativamente molle, il liquido che fuoriesce dai vasi sanguigni si accumula facilmente intorno all’occhio, dando luogo ad un occhio nero gonfio.

 

Cosa causa gli occhi neri?

Gli occhi neri sono solitamente il risultato di un incidente in cui un oggetto colpisce l’area che circonda gli occhi. Questi incidenti si verificano per innumerevoli motivi, dalla pratica sportiva o semplicemente sbattendo contro un oggetto.

Altre cause comuni sono la chirurgia estetica oculare, le infezioni del naso e la chirurgia nasale, anche i lavori  e le infezioni dentali possono talvolta esserne la causa.

Le cause più gravi di occhi neri includono gravi infezioni intorno agli occhi,  la frattura del cranio. Una conseguenza grave dell’ occhio nero, è l’accumulo di sangue tra la camera anteriore dell’occhio e la cornea, nella parte anteriore dell’occhio. Questa condizione è chiamata ifema ed è da trattare con la massima attenzione, in quanto può portare ad un aumento della pressione oculare e alla perdita della vista a causa del glaucoma.

Un’altra condizione che spesso accompagna un occhio nero è l’ emorragia subcongiuntivale, che di solito non è grave e in genere si risolve senza trattamento entro un paio di settimane.

 

Trattamento dell’occhio nero

Anche se nella maggior parte dei casi, un occhio nero è come qualsiasi altro livido e non è motivo di estrema preoccupazione, al manifestarsi però dei seguenti sintomi, è opportuno consultare immediatamente un medico:

  • Sangue nell’occhio (ifema);
  • Flusso di sangue dalle orecchie o dal naso;
  • Vertigini, svenimenti o perdita di coscienza;
  • Cambiamenti nella visione, compresi visione offuscata, visione doppia, perdita della vista o la comparsa di lampi o fluttuazioni;
  • Vomito;
  • Incapacità di muovere l’occhio;
  • Cambiamenti comportamentali o letargia;
  • Grave dolore;
  • Lividi intorno a entrambi gli occhi;
  • Cefalea persistente;
  • Segni di infezione, come calore, rossore, pus o febbre;
  • Gonfiore eccessivo o gonfiore non attribuibile a una lesione.

Per curare l’occhio nero a casa, applicare un impacco freddo il più presto possibile dopo l’infortunio. Un sacchetto di piselli congelati funziona meglio dei cubetti di ghiaccio, perché si adatta più facilmente al viso. Un’altra opzione è quella di raffreddare un cucchiaio di metallo in frigorifero, quindi applicare delicatamente il retro del cucchiaio su diverse parti della zona tumefatta.

Non applicare mai la carne cruda su un occhio nero, poiché questo può aumentare significativamente il rischio di infezione.

Gli impacchi freddi possono essere applicati per circa 15-20 minuti alla volta e possono essere riapplicati ogni ora, ciò aiuterà a restringere i vasi sanguigni e limitare il gonfiore.

Per i dolori minori, possono essere utili analgesici da banco. Evitare l’aspirina, che è un diluente del sangue e quindi potrebbe peggiorare la situazione.

Per un occhio nero serio, il vostro oculista può avere ulteriori raccomandazioni di trattamento.

Come liberarsi di un occhio nero

Un occhio nero di solito scompare nel giro di un paio di settimane. Durante questo periodo di guarigione è importante proteggere l’occhio da ulteriori danni, evitando qualsiasi attività in cui potrebbero verificarsi lesioni.

Probabilmente noterete che il colore del vostro occhio nero cambierà man mano che guarisce, passando dalle sfumature di viola, blu e persino verde o giallo.

Di seguito alcuni consigli utili per accelerare il processo di guarigione:

  • Comincia con il freddo. Applicare quel sacchetto di piselli congelati, cucchiaio freddo o qualche altro metodo per abbassare la temperatura della zona intorno all’occhio il più presto possibile dopo l’infortunio e frequentemente per le prime 24 ore.
  • Passare al riscaldamento. Dopo uno o due giorni di applicazione di impacchi freddi, provare ad applicare delicatamente impacchi caldi (non caldissimi) sull’occhio nero. Questo aumenterà il flusso sanguigno nell’area per facilitare la guarigione.
  • Massaggiare delicatamente l’area circostante il livido nei giorni successivi all’infortunio, ciò può aiutare ad attivare il sistema linfatico vicino al livido e accelerare il processo di guarigione.
  • Spuntino all’ananas. Questo frutto tropicale contiene una miscela di enzimi che riducono l’infiammazione e accelerano la guarigione.
  • Vitamina C. Può ridurre la facilità di contusione rafforzando i vasi sanguigni e può anche aiutare ad accelerare la guarigione dell’occhio nero.
  • Estratto di mirtillo. Il mirtillo contiene potenti antiossidanti che possono aiutare a ridurre o eliminare le ecchimosi aumentando l’efficacia della vitamina C e rafforzando i capillari.

Come prevenire gli occhi neri

Per ridurre il rischio di avere un occhio nero, ricordarsi sempre di indossare occhiali di sicurezza, occhiali sportivi o persino un copricapo protettivo che include una visiera quando si è coinvolti in attività potenzialmente pericolose, inclusa la pratica sportiva.

Indossare la cintura di sicurezza è essenziale e riduce notevolmente il rischio di occhi neri anche in caso di piccoli incidenti automobilistici.

Inoltre, a casa si possono prendere degli accorgimento per evitare di farsi un occhio nero, ad esempio, non lasciare oggetti sulle scale, poiché questo può facilmente causare cadute e lesioni oculari. Anche i tappeti possono creare pericolo di inciampare, quindi assicuratevi che siano piatti e lisci.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here