Le lenti a contatto nello sport

0
lenti a contatto nello sport

Nella pratica sportiva molte volte la miglior prestazione è legata ad un corretto funzionamento del sistema visivo.

Per i soggetti con difetti visivi l’utilizzo delle lenti a contatto nello sport presenta rispetto all’occhiale notevoli vantaggi; per ogni paziente è opportuno valutare la lente migliore e le diverse tecniche applicative per raggiungere le migliori prestazioni visive.

I problemi più frequenti che riscontrano i portatori di occhiali durante lo sport è l’appannamento delle lenti e il restringimento del campo di visione, che, però, col porto delle lenti a contatto vengono annullati.

E’ vero però che, con indosso le lenti a contatto, per proteggersi da traumi di natura meccanica è sempre consigliabile usare un occhiale protettivo.

Prendiamo in considerazione il paracadutismo: l’occhiale protettivo risulta necessario nella fase di lancio poiché si è soggetti a velocità di circa 290 km/h, ragion per cui c’è una buona probabilità che perdano le lenti.

Inoltre l’intensa concentrazione associata a questa disciplina può portare ad una riduzione di frequenza degli ammiccamenti oppure ad ammiccamenti incompleti che determinano la disidratazione delle lenti.

A seconda dello sport praticato, della durata di svolgimento e del luogo di esercizio deve essere fatta una scelta della lente a contatto più adatta.

In linea di massima le lenti morbide sono preferite alle rigide perché più stabili, non comportando così un decentramento durante il loro porto; A tal proposito sono costruite con un diametro grande che varia dai 18 ai 24 mm.

Le lenti morbide sono preferite da chi le utilizza in maniera intermittente poiché non richiedono tempi lunghi di adattamento.

Tale tipologia di lenti da una maggiore protezione da piccoli corpi estranei, dal vento o particelle di ghiaccio.

Le lenti a contatto rigide sono invece preferite da atleti che hanno bisogno di ottime capacità visive, che hanno alti valori di astigmatismo o presentano astigmatismi irregolari, per esempio in presenza di cheratocono.

Le lenti rigide sono più durevoli nel tempo, più facili da manipolare e consentono di accumulare una minore quantità di depositi, anche se non è escluso che si possano accumulare granelli di polvere e altri corpi estranei microscopici.

Ciò che si raccomanda è che abbiano diametri totali grandi per avere maggiore stabilità e un buon campo visivo.

Si preferiscono sempre lenti con un’elevata permeabilità realizzate con materiali gas permeabili.

Queste lenti potranno essere utilizzate solo durante l’atto sportivo, che generalmente non supera le due ore, eccetto per alcuni sport per cui si prescrivono lenti a porto prolungato.

Per particolari discipline, quali il golf, può risultare necessario prescrivere lenti a contatto per la compensazione della presbiopia per garantire una buona visione anche nelle distanze intermedie.

Alcuni sport, invece, si svolgono in ambienti in cui è sconsigliato il porto delle lenti a contatto, per esempio nell’alpinismo a causa della ridotta quantità di ossigeno presente ad elevate altitudini; in questi casi, qualora sia indispensabile portarle, è necessario usare una lente realizzata con materiale ad alta permeabilità, che abbia uno spessore ridotto per garantire un’adeguata trasmissibilità.

Le lenti più adatte in queste circostanze sono le rigide gas permeabili.

Per gli sport di contatto è sconsigliato il porto della lente a contatto per gli ovvi rischi associati a queste discipline.

Sia che si indossino lenti morbide o rigide, per l’atleta che presenta elevata sudorazione si consiglia di utilizzare una fascia in spugna cingitesta per asciugare il sudore ed evitare che venga a contatto con il segmento anteriore e causi una sensazione di bruciore.

 

Si possono indossare le Lenti a contatto quando si praticano sport acquatici?

Certamente! Compensare le ametropie con lente a contatto porta degli inevitabili vantaggi rispetto all’utilizzo dell’occhiale.

L’inconveniente più evidente e ricorrente è la fuoriuscita della lente, che si può evitare con l’uso di un occhiale da nuoto. Ciò è particolarmente vero per le lenti a struttura rigida.

Le lenti morbide si possono usare per brevi lassi di tempo poiché hanno poca trasmissibilità, a differenza delle rigide.

Lo sportivo può prendere però alcuni accorgimenti:

  1. chiudere gli occhi quando si tuffa;
  2. instillare gocce di soluzione salina ipotonica per rendere la lente più aderente;
  3. non aprire completamente gli occhi quando è sott’acqua.

A differenza di quello che succede a chi nuota in mare, chi nuota in piscina la lente sarà molto aderente, determinando difficoltà nella rimozione, per cui si consiglia l’uso di soluzione fisiologica.

Benefici del porto delle lenti morbide negli sport acquatici:

  1. maggiore comfort;
  2. riduzione dell’ispessimento corneale;
  3. minore vasodilatazione dei vasi sanguigni nella congiuntiva;
  4. l’uso della lente a contatto rappresenta una barriera all’assorbimento dell’acqua da parte della cornea e una protezione ai danni dovuti al cloro.

 

Svantaggi:

  1. rischio di contrarre cheratiti provocate da un microrganismo resistenti ai livelli normali di cloro presenti nell’acqua. E’ consigliabile sempre dopo l’uso rimuovere le lenti e disinfettarle.

Per le immersioni subacquee si consiglia di utilizzare, insieme alle lenti a contatto, una maschera con lamine a facce piane e parallele poiché creano un’intercapedine di aria ed evitano una notevole ipermetropizzazione.

Nelle immersioni si sconsiglia il porto delle lenti rigide poiché si potrebbe creare sofferenza all’epitelio per via delle bolle d’azoto nel liquido lacrimale presente fra lente e cornea che si presentano in fase di decompressione, indipendentemente dall’uso della maschera.

La causa dipende dall’aumento di pressione nelle immersioni, infatti gas atmosferici inerti quali l’azoto si sciolgono nei tessuti del corpo.

Quando il sub riemerge, questi gas vengono rilasciati e si manifestano anche come bolle sotto la lente. Questi effetti sono decisamente inferiori con le lenti morbide.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here