Ptosi palpebrale: che cos’è?

0

 

La ptosi (TOE-sis) consiste  nell’abbassamento completo o parziale della palpebra superiore o inferiore di uno o entrambi gli occhi. Il cedimento può essere appena percettibile, oppure la palpebra può scendere su tutta la pupilla. La ptosi può colpire sia i bambini che gli adulti, ma di solito si verifica a causa dell’invecchiamento.

Sintomi di ptosi e segni

Il segno più evidente di ptosi è l’aspetto della palpebra che riduce l’apertura oculare. A seconda della gravità dell’abbassamento, le persone con ptosi possono avere difficoltà a vedere. Il grado di caduta varia da una persona all’altra. 

La ptosi può sembrare simile alla dermatochalasi, che fa parte di un gruppo di malattie del tessuto connettivo che causano la perdita di elasticità nel tessuto connettivo che supporta la struttura della porzione anteriore della palpebra. 

Cosa causa la ptosi?

La ptosi può essere presente sin  dalla nascita (ptosi congenita) o svilupparsi a causa di invecchiamento, lesioni o conseguenze di un intervento di cataratta o altri interventi correttivi oculari.

Questa condizione può anche essere causata da un problema ai muscoli che sollevano la palpebra, chiamati “elevatori”, che a volte può essere causato dalla stessa anatomia facciale di una persona.

Un tumore agli occhi, disturbi neurologici o malattie sistemiche come il diabete sono altre cause di caduta delle palpebre.

Trattamento della ptosi

Il miglior trattamento per le palpebre cadenti è il ricorso ad un intervento chirurgico eseguito in anestesia locale e in regime di day hospital.

Il chirurgo stringe i muscoli elevatori per sollevare le palpebre, migliorando la visione e l’aspetto. Nei casi molto gravi di indebolimento dei muscoli elevatori, il chirurgo collega la palpebra sotto il sopracciglio per permettere ai muscoli della fronte di sostituire i muscoli elevatori  nel sollevamento della palpebra.

Rischi della chirurgia per la ptosi

Dopo l’intervento chirurgico, le palpebre possono non apparire simmetriche, anche se le palpebre non sono più cadenti come prima dell’intervento. Molto raramente, il movimento palpebrale può andare perso.

È importante scegliere con attenzione il chirurgo, poiché un intervento chirurgico eseguito male potrebbe dare un aspetto indesiderato o far sì che le palpebre non si chiudano completamente.

Ptosi nei bambini

I bambini nati con ptosi moderata o grave richiedono un trattamento chirurgico per sviluppare una visione corretta. La mancata cura della ptosi può causare ambliopia e una riduzione dell’acuità visiva.

Tutti i bambini affetti da ptosi, anche in casi lievi, dovrebbero recarsi ogni anno dal proprio oculista. Gli occhi cambiano forma man mano che crescono, e a volte i problemi alla vista possono svilupparsi se la ptosi peggiora.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here